Vai ai Contenuti | 
Home |  Portale del Cittadino |  Albo Pretorio Online

Chiesa di San Giovanni Battista

Chiesa di San Giovanni Battista

 

Nella  frazione denominata Rosario, esistevano, anticamente, due chiese, una intitolata a S.Giovanni Battista (che non esiste più) e l’altra a S.Sebastiano (che è l'attuale sede della parrocchia di S.Giovanni Battista). La prima,  risalente al XV secolo, era decisamente più antica della seconda la cui fondazione la si fa risalire al secolo successivo. L’antica chiesa di S.Giovanni che già alla fine del seicento versava in pessime condizioni, con l’evento sismico del 1805 fu distrutta. Per questo motivo, nel 1823, il suo titolo parrocchiale fu trasferito, alla chiesa laicale dedicata a S.Sebastiano. Il sisma aveva danneggiato anche quest’ultima che avendo bisogno di urgenti interventi di consolidamento, nel 1847, momentaneamente venne risistemata la Chiesa di  S.Giovanni la quale officiò, per un breve periodo, cioè fino a quando non furono completati  i lavori nella chiesa di S.Sebastiano che  la resero nuavamente agibile  per i  fedeli. Dopo incessanti ed ingenti opere di consolidamento, quest’ultima divenne, il 28 settembre 1905 la sede definitiva della parrocchia. Il conflitto bellico distrusse la chiesa di S.Giovanni e  il sisma del 1980 causò notevoli danni alla fabbrica di S.Sebastiano che fu chiusa e riaperta ai fedeli nel 1993, completamente restaurata.

Descrizione

La Chiesa di S.Giovanni, già S.Sebastiano, è a croce latina, a navata unica, con quattro cappelle laterali.  L’ingresso è sormontato da una pregevole cantoria protetta da una  balaustra lignea finemente lavorata che mostra un organo in legno laccato con decori indorati. Alla sinistra dell’ingresso possiamo ammirare il fonte battesimale, privo dell'originaria statua posta in sommità e che  rappresentava il Battista mentre battezzava Gesù. modanature è sormontato in asse da un’ampia finestra rettangolare. Accostato a destra della chiesa è la possente torre campanaria, edificata nella prima metà dell’ottocento e composta da tre ordini sovrapposti.

La prima cappella a sinistra è dedicata a S.Rocco, raffigurato su una tela posta sopra il notevole altare in stile roccocò; la seconda si presenta con un  altare in marmo fastosamente lavorato, sormontato da una  tela  raffigurante S.Gennaro, realizzata da un allievo del Diano. Delle cappelle a destra, la prima custodisce la settecentesca statua lignea policroma che raffigura il S.Sebastiano; la seconda, più grande,  è dedicata alla Madonna del Rosario. Precedono l’arco trionfale, due nicchie che custodiscono, a destra , una bella statua dell’Addolorata risalente al 1799, a sinistra, la scultura raffigurante S.Giuseppe. Il transetto è coperto con una elegante cupola sferica, che ha perso parte degli affreschi ma conserva ancora quelli realizzati dal Diano nel settecento e che effigiano la Giustizia, la Temperanza, la Fede e la Carità. Nel transetto, a destra, vi è l'altare del Sacro Cuore, a sinistra, quello di San Giovanni.