Vai ai Contenuti | 
Home |  Portale del Cittadino |  Albo Pretorio Online

Museo della Biodiversità e CITES

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il “Museo della Biodirversità e CITES” di Gragnano rappresenta un’opportunità unica nel suo genere sul territorio campano e nazionale.

 

 

 

 

Nelle vetrine sono esposti circa 150 esemplari di reperti animali, e parti di essi, protetti dalla convenzione di Washington a livello internazionale.

 

 

 

 

Il Museo di rilevante valore scientifico-divulgativo, propone un percorso espositivo semplice ed efficace ove ragazzi, famiglie e scolaresche potranno essere guidati nel mondo della diversità della vita, dei sapori e dei saperi.

 

 

 

 

Il Museo, gestito dall’Associazione Protezione Verde – Pro Natura di Castellammare di Stabia, può essere visitato gratuitamente previo appuntamento. 

 

Per info:

- Catello Filosa 0818795630

- Giovanni Calogero 0818716592 - 3897977502

 

 

Che cos’è la CITES

La Convenzione di Washington sul commercio internazionale delle specie di fauna e flora minacciate di estinzione, denominata in sigla C.I.T.E.S., è nata dall'esigenza di controllare il commercio degli animali e delle piante (vivi, morti o parti e prodotti derivati), in quanto lo sfruttamento commerciale è, assieme alla distruzione degli ambienti naturali nei quali vivono, una delle principali cause dell'estinzione e rarefazione in natura di numerose specie.

La CITES, che è compresa nelle attività del Programma delle Nazioni Unite per l'Ambiente (UNEP), è entrata in vigore in Italia nel 1980 ed è attualmente applicata da 175 Stati. In Italia l'attuazione della Convenzione di Washington è affidata a diversi Ministeri: Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Ministero dello Sviluppo Economico e Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. Quest'ultimo svolge un ruolo fondamentale, ai sensi della normativa vigente, attraverso il servizio CITES del Corpo forestale dello Stato che cura la gestione amministrativa ai fini della certificazione e del controllo tecnico-specialistico per il rispetto della Convenzione.

La Convenzione di Washington rappresenta oggi uno dei più importanti strumenti normativi internazionali per rendere sostenibile il commercio garantendo la conservazione della biodiversità del nostro pianeta. Compito prioritario per ogni Stato è quello di monitorare e regolamentare adeguatamente il commercio nazionale ed internazionale di esemplari e prodotti derivati da specie animali e vegetali per scongiurarne l'estinzione, in una situazione congiunturale già sfavorevole per gli effetti negativi derivanti dalle molteplici attività umane sugli ambienti naturali e, negli ultimi anni, anche dai cambiamenti climatici.