Vai ai Contenuti | 
Home |  Portale del Cittadino |  Albo Pretorio Online

Sala Esposizioni Permanenti

 


 

 

Nella sala delle esposizioni permanenti sono collocati un presepe realizzato in stile ‘700 napoletano, una teca dell’Associazione Pro-Loco, una teca del Centro di Cultura e Storia di Gragnano e Monti Lattari “Allfonso Maria Di Nola”, un’opera artigianale di Pietro Giordano.

Le esposizioni possono essere ammirate gratuitamente in occasione di eventi programmati presso la Sala Conferenze o di visite guidate al Museo delle Biodiversità.

 

Presepe

La scenografia presepiale in stile ‘700 napoletano, di proprietà del Comune di Gragnano, è realizzata in legno e sughero dipinto (l.400 x p.150 x h.200). E’ completa di pastori realizzati in terracotta policroma, con occhi in cristallo dipinto, arti incisi in legno, vestiti con sete e stoffe antiche, oltre accessori di completamento come tavoli, sedie, botti in legno, telai vari, frutta, salumi e prodotti caseari realizzati rigorosamente a mano con cera tecnica, e statuine raffiguranti vari animali sempre realizzati in terracotta policroma. La scenografia è opera del Maestro LUCA MANZI - I pastori sono opera del Maestro ALFONSO CUOMO.

 

Pro-Loco di Gragnano

 

Nella teca dell’Associazione sono esposti una vera e propria raccolta di pezzi d’epoca come numerose etichette dei pastifici gragnanesi, varie confezioni di pasta, alcuni imballaggi.

L'Associazione Pro Loco di Gragnano opera nel territorio cittadino gragnanese sin dal 1975, attraverso attività, manifestazioni e progetti tesi ad avvalorare le numerose potenzialità culturali, artistiche ed enogastronomiche di Gragnano. Nel corso degli anni è divenuta sempre più punto di riferimento dell'intera comunità, in particolar modo nell'ultimo periodo, forte anche di una sede sociale che vanta di essere un autentico museo dedicato all'arte bianca gragnanese, l'arte contadina e gli antichi mestieri. Ricordi di un tempo autenticamente speciali.

  

Centro di Cultura e Storia di Gragnano e Monti Lattari “Alfonso Maria Di Nola”

Nella teca dell’Associazione sono esposti numerosi fossili ritrovati sul territorio gragnanese nel corso degli anni da escursionisti. Interessante è quello scoperto durante la pulizia del letto del fiume Vernotico. Si tratta di un fossile datato tra i 65 e i 100 milioni di anni fa, in piena Era Mesozoica, quando i dinosauri erano ancora presenti sulla terra: proprio quella che sarebbe diventata la Valle dei Mulini di Gragnano era un golfo, era inondata dal mare e brulicava di specie viventi.

L'Associazione denominata "Centro di Cultura e Storia di Gragnano e Monti Lattari", intitolata ad Alfonso Maria Di Nola, noto antropologo e figura tra le maggiori del mondo della cultura che il territorio abbia espresso, viene fondata a Gragnano il 25 Settembre 2004. L'Associazione ha lo scopo di promuovere la conoscenza e la valorizzazione della cultura, della storia, dell'ambiente, delle tradizioni del territorio di Gragnano e dei Monti Lattari, promuovendone la valorizzazione, la tutela ed il recupero, nonchè l'impegno per le problematiche sociali. In particolare organizzando conferenze, riunioni periodiche e straordinarie, gite istruttive, partecipando a convegni, promuovendo pubblicazioni e quant'altro possa portare agli obiettivi prefissati dall'Associazione. Per il raggiungimento dello scopo.

  

Pietro Giordano

 

L’opera, realizzata interamente in legno, riproduce in scala ridotta l’interno di uno dei mulini ad acqua che popolavano la famosa “Valle dei Mulini” di Gragnano.